Cerca

Inserisci una o più parole chiave per cercare l'argomento di tuo interesse

Sabato, 11 Marzo 2017

Vendere o donare un immobile

Soggetto  Documenti e Informazioni  

PERSONA FISICA venditrice o donataria

 

 
  • Documento di identità
  • Codice fiscale o Carta Regionale dei Servizi
  • Estratto per riassunto dell’atto di matrimonio (per soggetti coniugati)
  • Certificato di stato libero o vedovanza (per soggetti mai coniugati o non più coniugati)
  • Copia del verbale o della sentenza di separazione (per soggetti coniugati personalmente separati) – se non già risultanti dall’estratto per riassunto dell’atto di matrimonio
*Verifiche da parte del notaio:
  • Per cittadini extracomunitari: permesso di soggiorno in corso di validità o condizione di reciprocità
  • Per soggetti incapaci di agire: autorizzazione giudiziale
  

 

PERSONA GIURIDICA venditrice o donataria

 

 
  • Ragione / Denominazione sociale, sede, codice fiscale, documenti d’identità del legale rappresentante
  • Patti sociali / Statuto vigenti

*Verifiche da parte del notaio:

  •  Eventuale autorizzazione degli amministratori o dei soci
 

IMMOBILE da comprare o ricevere in donazione

 

 
  • Copia del titolo di provenienza (rogito notarile o dichiarazione di successione)
  • Planimetrie
  • Documentazione catastale posseduta (planimetrie, denunce di variazione, visure)
  • Documentazione urbanistica (concessioni, licenze, condoni edilizi, D.I.A.)
  • Per i terreni: Certificato di Destinazione Urbanistica.
  • Regolamento di Condominio (se esistente)
  • Certificazioni degli impianti
  • Attestato di Prestazione Energetica o Attestato di Certificazione Energetica
  • Contratto preliminare di vendita (se stipulato) con estremi della registrazione
  • Copia di tutti i mezzi di pagamento (assegni, bonifici) ricevuti per il pagamento di acconti e/o caparre
  • Dati del mediatore eventualmente coinvolto; copia delle fatture emesse dal mediatore e dei relativi mezzi di pagamento
 

IMMOBILE da vendere o da donare

 

  • Copia del titolo di provenienza (rogito notarile o dichiarazione di successione)
  • Planimetrie
  • Documentazione catastale posseduta (planimetrie, denunce di variazione, visure)
  • Documentazione urbanistica (concessioni, licenze, condoni edilizi, D.I.A.)
  • Per i terreni: Certificato di Destinazione Urbanistica.
  • Regolamento di Condominio (se esistente)
  • Attestato di Prestazione Energetica o Attestato di Certificazione Energetica
  • Contratto preliminare di vendita (se stipulato) con estremi della registrazione
  • Copia di tutti i mezzi di pagamento (assegni, bonifici) ricevuti per il pagamento di acconti e/o caparre
  • Dati del mediatore eventualmente coinvolto; copia delle fatture emesse dal mediatore e dei relativi mezzi di pagamento

PRECEDENTI MUTUI

  • Copia contratto di mutuo (se posseduta)
  • Ultima ricevuta di pagamento rata
  • Conteggio delle somme dovute per l’estinzione del mutuo
  • Copia atto di assenso alla cancellazione dell’ipoteca (se già stipulato)
Pubblicato in Atti immobiliari

Quando l’acquirente non risiede (e non intende trasferire entro 18 mesi la residenza) nel Comune in cui è situato l’immobile; o quando l’acquirente è già titolare esclusivo (o insieme al coniuge) di un immobile abitativo nello stesso Comune; o, infine, quando l’acquirente è già titolare (anche per quote, sia pure per effetto del regime di comunione legale dei beni) di un immobile situato in territorio italiano e acquistato con i benefici “prima casa”, e non intende trasferirlo entro un anno dal nuovo acquisto:

  • nei casi di applicazione dell’IVA, essa si calcola sul prezzo dell’acquisto con aliquota ordinaria del 10% (20% per gli immobili di lusso). Resta invariato l’obbligo di pagare, oltre all’IVA con aliquota ordinaria che viene versata al venditore, anche le imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura fissa (200 euro ciascuna), e gli altri tributi minori (bollo, tassa ipotecaria): tutti i tributi diversi dall’IVA vengono versati al notaio che li riversa allo Stato come sostituto di imposta;
  • nei casi di applicazione dell’Imposta di Registro, essa si calcola su una base imponibile determinata dal valore catastale rivalutato dell’immobile: l’importo imponibile minimo si calcola moltiplicando la rendita catastale dell’immobile per 126. L’imposta di registro viene assolta con aliquota del 9%; devono poi essere versate le imposte ipotecaria e catastale, con importo fisso di 50 euro. Tutti i tributi si versano al notaio, che li riversa allo Stato quale sostituto di imposta.
Pubblicato in Compravendite
© 2017 Federnotai. Tutti i diritti riservati
FEDERNOTAI Via Flaminia 160 – ROMA Tel. 06/3233593 – Fax 06/3223086 e-mail: info@federnotai.it
Ufficio stampa : Manuela Izzo - Diesis Group - Via Volta, 7 Milano tel: 3284825802 - 02626931 manuela@diesis.it - federnotai@diesis.it
Web Architect: Andrea Stopponi - a.stopponi@d-mood.com

Abbiamo aggiornato la nostra Privacy e Cookie Policy. Se vuoi saperne di più, o se vuoi modificare il tuo consenso clicca su "Maggiori informazioni". Cliccando su "Accetto" all'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito. Maggiori informazioni